Vale la pena avere un sito web oggi?

Vale la pena avere
un sito web oggi?

 

 

 

 

Dovrei avere un sito web? Una domanda a cui saprete rispondere solo dopo aver risposto ad altre domande. Bella fregatura vero?

Quando qualcuno ci manifesta la volontà di realizzare un sito, la nostra prima domanda è sempre: “Perché vuoi un sito?” Le risposte oscillano tra il completo mutismo e il “penso che dovrei averlo, no?”. Le persone non hanno le idee chiare in materia di servizi digitali: spesso si riduce tutto al desiderare quello che hanno gli altri, “ma più bello”. Ad alimentare questo stato di confusione, tutti i vari improvvisati guru del web e le loro utopistiche promesse.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza, analizzando un’argomento sempre più inflazionato.

“Oggi se non sei online non esisti”. Tutte le volte che sento questa frase non riesco a non perplimermi. E allora aggiungono: “dai oggettivamente è la verità”. Non sono una fan delle verità assolute, ma non sono neanche in totale disaccordo con la precedente affermazione. Proverò quindi a spiegarti il mio punto di vista con un esempio.

Davanti al nostro studio lavora Beppe, un frizzante 70enne che restaura persiane da una vita. Beppe lavora 5 giorni su 7, dalle 9 alle 5 più o meno – giuro non è l’inizio di un problema di aritmetica. Da quando lo abbiamo conosciuto, non si è mai fermato un minuto: finisce una commissione e ne inizia un’altra. Ogni giorno il lavoro bussa alla sua porta. Beppe non ha un recapito telefonico, non ha una mail, non ha social e non ha un sito. Non ha neanche una pagina Google my Business, quindi è introvabile su internet. Eppure non si ferma un minuto. Ed io non sono mai andata di là dalla strada per proporgli la realizzazione di un sito web, perché non ne avrebbe bisogno. Beppe non ha obiettivi di crescita aziendale e neanche di incrementare il fatturato. A parità di vantaggi e svantaggi, Beppe non ha bisogno di investire in un sito web.

P.s Beppe ci tiene a farvi sapere che lui le persiane le scarta e rivernicia e basta, quindi se cercate un falegname non andate da lui.

Dal nostro punto di vista, l’impegno del professionista è proprio quello di guidare il cliente verso ciò di cui ha bisogno. Una strada spesso lunga e in salita, ma che porterà risultati e soddisfazioni a entrambi.

Nel 2020 – anno delizioso – vale la pena investire nella realizzazione di un sito? La risposta è si e no. Occorre fare delle valutazioni per rispondere a questa domanda. Ci sono clienti che hanno un progetto e un obiettivo ben definito e altri invece che cercano nel professionista una guida per individuare insieme obiettivi e finalità del progetto. Tutti e due hanno una capacità in comune: la consapevolezza. Lavorare con un cliente inconsapevole delle proprie potenzialità e dei propri limiti è inutile, stancante e controproducente per entrambi.

Noi non siamo maghi, non abbiamo superpoteri e non facciamo miracoli: basiamo le nostre strategie su analisi di mercato, prodotto e target. Facciamo domande per capire quali sono i plus e i punti deboli di un business. A volte le persone si indispettiscono quando ricevono tante domande, soprattutto quando queste necessitano di risposte ragionate. Abbiamo perso la commissione di progetti perché abbiamo “indagato” troppo, perché le domande sono viste come ostacoli. Abbiamo rinunciato ad altri, perché non ritenevamo di essere il fornitore giusto per quella tipologia di progetto. Sono tutti preoccupati del costo, senza badare al valore di ciò che acquistano. Un prodotto che costa poco vale poco. Se possiedi questa consapevolezza, Ben Kenobi direbbe che hai fatto il primo passo verso un mondo più vasto.

Se ti presenti da un professionista chiedendo un “sitino base”, non spenderai meno, riceverai solo meno valore: se tu in prima persona sminuisci il tuo bisogno, riceverai un prodotto al di sotto delle tue necessità. Affronteremo il caldissimo tema “quanto costa un sito” nel prossimo episodio clicca qui per l’articolo.

In conclusione, se vuoi investire in un sito web, assicurati di averne bisogno per raggiungere uno scopo. Valuta se a parità di vantaggi, rischi e risorse, conviene davvero investire soldi, tempo ed energie in quel progetto. Ma soprattutto cerca di affidarti a persone competenti, che sappiano spiegarti le problematiche a cui andrai incontro e giustificarti le soluzioni che ti propongono.

Persone che non rispondono sempre “Sì!” a qualsiasi tua richiesta, ma che ti chiedono semplicemente: “Perché?”

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti alla nostra newsletter. Oh yes! Iscriviti

Back

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!

Share